Se il cammino è la meta del viaggio, allora meglio viaggiare pedalando

Un’estate nell’isola di Ven

L’estate Svedese finisce presto e ferragosto è un concetto piuttosto astratto a quelle latitudini. Ma il 15 agosto 2015 la fortuna fu dalla nostra, e potemmo godere di una giornata davvero – come si suol dire – dipinta (vento a parte, quello nello Scania c’e sempre)

L’isola di Ven è ubicata tra la Svezia e la Danimarca, e anche se al giorno d’oggi è svedese, per molto tempo è stata sotto la corona danese. Una leggenda narra che sia nata dalle mani di un gigante che fece cadere una zolla di terra in mezzo allo stretto dell’Öresund, il canale che collega il Mar Baltico con il Mare del Nord. Arrivare all’isola da Lund è semplice: si prende il treno da Lund fino a  Landskrona e poi il traghetto che vi sbarca a Bäckviken, il porto di Ven.  Occorrono trenta minuti di traversata.

 

Per gli orari dei treni cliccate qui (solo in svedese).

Per l’orario dei traghetti tra Landskrona e Ven cliccate qui (vi lasciamo il collegamento alla pagina inglese, non c’è l’italiano purtroppo).

 

 

L’isola non è molto grande (il periplo è meno di 20 km), ma a nostro avviso ha un fascino particolare. Noi abbiamo portato le nostre bicicletta per scoprire l’isola ma è anche possibile affittarne una appena si arriva. Ad agosto tra l’altro il grano è maturo, e addirittura alcuni sentieri a bordo mare sono ricavati nel grano, davvero piacevole pedalare in mezzo ai campi di grano giallo oro o nel giallo intenso dei fiori di colza.

Prima tappa al museo di Tycho Brahe, l’astronomo danese che qui costruì uno dei due osservatori, lo Uraniborg. Tycho fece credere al re di Danimarca che con quell’investimento avrebbe potuto fargli l’oroscopo in modo infallibile, e questi ovviamente lo finanziò prontamente (immaginatevi se il re avesse capito che l’ astronomia non era esattamente l’ astrologia…).

Museo di Tycho Brahe

Campi di grano e il bel faro sullo fondo

Il Faro in mezzo ai campi di grano

Pranzo sulla costa

Un tipico villaggio dell’isola, ripararsi dal vento conviene!

Un sentiero… un po’ particolare!

Vendita d’olio di colza artigianale, non è d’oliva ma molto buono

 

Grazie Ven per la bellissima giornata! Tack så mycket, vi ses igen! Hej då!

 


 

Le Guide di Viaggio in Svezia